"Gentili lettori, viste le attuali disposizioni dovute all'emergenza sanitaria in corso, abbiamo ritenuto opportuno optare il più possibile per il telelavoro, riducendo all'essenziale il sistema di spedizioni interno.
Continueremo a offrirvi il servizio di spedizione, ma la consegna potrebbe subire ritardi rispetto al solito.
Vi chiediamo la cortesia di garantirci la vostra presenza a ricevere gli ordini anche per rispetto ai corrieri che in questo momento difficile continuano a svolgere il loro lavoro e, ove possibile, preferire l'acquisto dei formati digitali rispetto al cartaceo.
Certi della vostra comprensione vi auguriamo i nostri più sentiti saluti."

×
R&S
R&S
Login

Seguici sui nostri social

Eventi

Novità

STUDI FRANCESI 190

AA.VV.

Beyond the Refugee Crisis: Migrations and Religions in Europe

AA.VV.

Historia Magistra 31

AA.VV.

Smith Ricardo Marx Sraffa

Riccardo Bellofiore

Declinazioni del desiderio dello psicoanalista

Adele Succetti

Bridging traditions

Erica Onnis, Ouyang Xiao

Social

Rivista di estetica

È strano il carattere del piacere estetico. Singolare perché, spiega Kant e molti dopo di lui, è disinteressato. Cioè, alla fine, è un piacere che non piace. Ma se non è un piacere, che piacere è? Il problema teorico non è di poco conto, sia in morale che - in modo dirompente - in estetica: come facciamo a gustare qualcosa che, nella sua essenza, chiede di non essere gustato? La soluzione sta proprio in questo: il gusto implicato nell'esperienza estetica non è riferito a qualcosa che si mangi. Al contrario, mangiarsi qualcosa o qualcuno, sia pure con gli occhi, è segno infallibile di interesse. Gli esempi sono moltissimi, fino ad arrivare alla forma eccellente della bellezza: il corpo umano. Anche in questo caso, a ben pensarci, per ragioni remotamente alimentari. Un uomo o una donna, di norma, non lo si mangia. Un maiale sì. Rari sono infatti i dipinti che raffigurano i maiali, e ancora di più le statue. Al contrario, per fare un esempio recente quanto singolare, Babe - Maialino coraggioso rende esteticamente un maiale perché lo umanizza.
Le principali linee di intervento della Rivista di Estetica sono: l'estetica, l'ontologia e la filosofia analitica.

Visita il sito dedicato.



ISSN: 0035-6212
Bridging traditions
Chinese and Western philosophy in dialogue
anno LX, n. 72
a cura di
Erica Onnis, Ouyang Xiao

The science of futures
Promises and previsions in architecture and philosophy
anno LX, n. 71
a cura di
Alessandro Armando, Giovanni Durbiano

Philosophy and Literature
anno LIX, n. 70
a cura di
Carola Barbero, Micaela Latini

empirical evidence and philosophy
anno LVIII, n. 69
a cura di
Petar Bojanić, Samuele Iaquinto, Giuliano Torrengo

trusting institutions
anno LVIII, n. 68
a cura di
Jacopo Domenicucci

cultural exclusion and frontier zones
anno LVIII, n. 67
a cura di
Alexander Chertenko, Zhanna Nikolaeva, Sergey Troitskiy

the auditory object
anno LVII, n. 66
a cura di
Elvira Di Bona, Vincenzo Santarcangelo

law and the faculty of judgement
anno LVII, n. 65
a cura di
Angela Condello, Carlo Grassi

discrimination in philosophy
anno LVII, n. 64
a cura di
Vera Tripodi

intermediality and interactivity
anno LVI, n. 63
a cura di
Dario Cecchi

omologia e analogia
anno LVI, n. 62
a cura di
Salvatore Tedesco

Wang Guangyi e la filosofia
anno LVI, n. 61 (supplemento)
a cura di
Demetrio Paparoni

contemporaneo
arti visive, musica, architettura
anno LVI, n. 61
a cura di
Giuseppe Di Giacomo, Luca Marchetti

postille a Ferraris
anno LV, n. 60
a cura di
Leonardo Caffo, Pietro Kobau

biodiversity
anno LV, n. 59
a cura di
Elena Casetta

Nespolo e la filosofia
Avanguardia, cinema, immagini
anno LV, n. 58 (supplemento)
a cura di
Davide Dal Sasso

architettura
anno LV, n. 58
a cura di
Elisabetta Di Stefano, Francesco Vitale

social objects. from intentionality to documentality
anno LVI, n. 57
a cura di
Elena Casetta, Petar Bojanić, Giuliano Torrengo

the other(s)
anno LIV, n. 56
a cura di
Stefano Caputo, Massimo Dell'Utri

Mimmo Paladino e la filosofia
anno LIV, n. 55 (supplemento)
a cura di
Demetrio Paparoni

schermi/screens
anno LIV, n. 55
a cura di
Mauro Carbone, Anna Caterina Dalmasso

aesthetic experience in the evolutionary perspective
anno LIII, n. 54
a cura di
Lorenzo Bartalesi, Gianluca Consoli

nuove teorie dell'immaginazione
anno LIII, n. 53
a cura di
Daniela Tagliafico

aura
anno LIII, n. 52
a cura di
Giuseppe Di Giacomo, Luca Marchetti

wineworld
new essays on wine, taste, philosophy and aesthetics
anno LII, n. 51
a cura di
Nicola Perullo

a partire da Documentalità
anno LII, n. 50
a cura di
Elena Casetta, Pietro Kobau, Ivan Mosca

ontologia analitica
anno LII, n. 49
a cura di
Andrea Bottani, Richard Davies