R&S
R&S
Login

Seguici sui nostri social

Eventi

Novità

Nuove intimità

Barbara Mapelli

Scienza nuova

Maurizio Ferraris, Germano Paini

STUDI FRANCESI 185

Ida Merello

Moralité de Fortune, Maleur, Eur, Povreté, Franc Arbitre et Destinee

G. Matteo Roccati

passione/passioni

AA.VV.

Varia

AA.VV.

Social

Annarita Antonelli, Gianluca Brunori, Damiano Petruzzella
Innovazione sociale nelle aree rurali del MediterraneoQuadro concettuale, analisi empirica e buone pratiche
collana: Sviluppo e territori
anno di pubblicazione: 2017
cartaceo 192 pp

9788878855823 14,00 €
aggiungi al carrello (cod: 9788878855823)
pdf 3.2 MB

9788878855830 GRATIS
aggiungi al carrello (cod: 9788878855830)

L’innovazione sociale è oggi considerata la chiave per affrontare molti dei grandi problemi emergenti. Ma come incoraggiarla in aree, come quelle rurali, dove tradizionalmente prevale la resistenza al cambiamento? Questo libro, frutto di una ricerca-azione con molti protagonisti delle comunità rurali mediterranee, descrive e analizza modelli organizzativi e idee di sviluppo che, facendo leva sulla peculiarità delle aree rurali e sulla loro identità, generano cambiamento legando innovazione e tradizione.

Presentazione di Cosimo Lacirignola

Introduzione

1. Teorie dell’innovazione sociale
1.1 Cos’è l’innovazione
1.2 Definizione di innovazione sociale
1.3 I processi di innovazione sociale
1.4 L’incorporazione dell’innovazione sociale nelle caratteristiche dell’impresa

2. Innovazione sociale in ambito rurale
2.1 I bisogni sociali nelle aree rurali
2.2 I valori sociali in ambito rurale
2.3 La creazione di risorse sociali in aree rurali
2.4 Innovazione sociale e impresa sociale nelle aree rurali

3. Esperienze di innovazione sociale in ambito rurale
3.1. Le caratteristiche distintive delle iniziative di innovazione sociale
3.2 Buone pratiche di innovazione sociale nel Mediterraneo

4. Politiche di innovazione sociale in ambito rurale
4.1 Innovazione sociale nelle politiche europee
4.2 Politiche per innovazione e il trasferimento delle conoscenze in ambito rurale
4.3 Politiche nazionali e regionali su agricoltura sociale e innovazione sociale

5. Innovazione sociale nel Sud del Mediterraneo: contesto socio-economico e analisi di buone pratiche
5.1 Il Sud del Mediterraneo: sfide sociali e risposte emergenti
5.2 Analisi delle pratiche di innovazione sociale nel Mediterraneo
5.3 Iniziative di supporto all’innovazione sociale nel Sud del Mediterraneo: un processo in evoluzione
5.4 Scenario emerso: l’innovazione è un imperativo

6. Indagini sull’innovazione sociale in Italia
6.1 Rural social innovation sul web: analisi semantica di parole chiave
6.2 Indagine diretta su imprese orientate all’innovazione sociale in ambito rurale

7. Verso un modello di impresa orientata all’innovazione sociale nel Mediterraneo
7.1 Elementi del modello di impresa orientata all’innovazione sociale
7.2 Le dimensioni su cui agisce l’impresa sociale rurale
7.3 Caratteristiche distintive delle neoimprese rurali
7.4 Implicazioni per le politiche rurali

Bibliografia

Sitografia

Allegati
Allegato 1. Obiettivi e metodologia di sviluppo della ricerca
Allegato 2. L. 18 agosto 2015, n. 141. Disposizioni in materia di agricoltura sociale
Allegato 3. Provvedimenti legislativi sull’agricoltura sociale nelle regioni italiane
Allegato 4. Politiche per l’innovazione nei paesi del Mediterraneo
Allegato 5. Elenco Iso (Innovation Support Organization) nei paesi del Mediterraneo

Annarita Antonelli, laureata in Economia, con Master of Science in Agro-food Economics and Agricultural Policies, dal 1997 è consulente nel CIHEAM di Bari come esperta in agricoltura biologica, agricoltura sostenibile e sviluppo rurale, innovazione sociale in agricoltura, e nell’ambito delle attività di cooperazione ha partecipato a diversi progetti di sviluppo nei paesi del Sud del Mediterraneo e in Africa.


Gianluca Brunori, docente di Politica alimentare presso il Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Agro-ambientali dell’Università di Pisa, e presidente del corso di laurea in Viticoltura ed Enologia, è esperto per lo Standing Committee for the Agricultural Research della Commissione Europea (SCAR) e ha partecipato, anche in qualità di coordinatore, a diversi progetti di ricerca europei sull’innovazione rurale.


Damiano Petruzzella, laureato in Agraria, Phd in Ingegneria, Architettura ed Economia dello sviluppo sostenibile urbano e rurale, collabora dal 1997 con il CIHEAM di Bari come esperto in project management and planning, è responsabile del MIP - Mediterranean Innovation Partnership e del Medab, incubatore mediterraneo per la creazione e cambiamento di imprese, ed è coordinatore del progetto RURALHUB sull’innovazione sociale in ambito rurale.