R&S
R&S
Login

Seguici sui nostri social

Eventi

Novità

Il trono di sabbia

Giacomo Bottos, Francesco Rustichelli, Francesco Salesio Schiavi, Jacopo Scita, Gabriele Sirtori

La costruzione del nemico

Paolo Ceri, Alessandra Lorini

empirical evidence and philosophy

Petar Bojanić, Giuliano Torrengo, Samuele Iaquinto

Euro al capolinea?

Riccardo Bellofiore, Francesco Garibaldo, Mariana Mortágua

1979 rivoluzione in Iran

Nicola Pedde

Bibliothèques d’écrivains

Olivier Belin, Catherine Mayaux, Anne Verdure-Mary

Social

Wolfang Wieland
La Fisica di Aristotele
traduzione di:
Carlo Gentili

collana: Phýsis. Collana di filosofia
anno di pubblicazione: 2018
cartaceo 398 pp

9788878855342 28,00 €
aggiungi al carrello (cod: 9788878855342)
pdf 1.3 MB

9788878855359 9,49 €
aggiungi al carrello (cod: 9788878855359)

«In nessun altro scritto – afferma Wieland – Aristotele è così interamente se stesso come nella Fisica»

L’intento di questo libro non è l’interpretazione di un’opera di Aristotele, bensì dell’intera filosofia aristotelica centrata sulla Fisica. Si tratta di un intento originale e ardito, perché ribalta l’immagine tradizionale del filosofo antico, costruita sulla centralità della Metafisica. Ponendo al centro del pensiero di Aristotele la Fisica, Wieland non intende affatto, però, confrontare nel contenuto la concezione aristotelica della natura con le teorie della fisica moderna e contemporanea, poiché un abisso le divide. Egli intende piuttosto esaminare il metodo della ricerca fisica di Aristotele, e su questo piano la distanza tra l’antico e i moderni si riduce di molto.

Prefazione. Fisica versus Metafisica?
Vincenzo Vitiello

Avvertenza del traduttore

Premessa

Introduzione. Lo studio di Aristotele e la fisica
1. Sulla situazione degli studi
2. Concezioni fondamentali nello studio di Aristotele
3. Questioni interpretative

1. Il percorso della ricerca dei princìpi
4. Osservazioni preliminari sul concetto aristotelico di principio
5. La funzione dei princìpi
6. Ciò che è noto nella sostanza
7. La differenziazione della pre-conoscenza
8. Per un confronto con i predecessori
9. I princìpi del movimento

2. Il linguaggio come linea di ricerca
10. Linguaggio ed essere
11. La convenzione
12. Per una tematizzazione dei concetti funzionali
13. La filosofia del lógos sullo sfondo platonico
14. I princìpi come tópoi

3. Le strutture fondamentali del mondo della natura
15. Natura e movimento naturale
16. Sul problema della teleologia
17. Il continuo
18. Numero, tempo e anima
19. Osservazioni conclusive

Postilla alla seconda edizione (1970)

Bibliografia

Wolfgang Wieland (1933-2015) è stato un filosofo tedesco e professore di filosofia teoretica. Conseguì il dottorato di ricerca a heidelberg sotto la guida di hans-georg gadamer con una pregevole tesi sulla concezione del tempo in schelling.