R&S
R&S
Login

Seguici sui nostri social

Eventi

Novità

Il trono di sabbia

Paolo Ceri, Alessandra Lorini

La costruzione del nemico

Petar Bojanić, Giuliano Torrengo, Samuele Iaquinto

empirical evidence and philosophy

Riccardo Bellofiore, Francesco Garibaldo, Mariana Mortágua

Euro al capolinea?

Nicola Pedde

1979 rivoluzione in Iran

Olivier Belin, Catherine Mayaux, Anne Verdure-Mary

Bibliothèques d’écrivains

Social

curdi
a cura di:
Antonella De Biasi

I contributi in volume sono di
Giovanni Caputo
Kamal Chomani
Nicola Pedde
collana: Orizzonti geopolitici. Collana di distopie globali
anno di pubblicazione: 2018
cartaceo 216 pp

9788878856585 14,00 €
aggiungi al carrello (cod: 9788878856585)
pdf 8 MB

9788878856592 4,99 €
aggiungi al carrello (cod: 9788878856592)
epub 3.7 MB

9788878856608 4,99 €
aggiungi al carrello (cod: 9788878856608)

L’entità Kurdistan non esiste. Forse perché le sue genti intendono superare il sovranismo con una gestione confederale dei territori, senza modifiche di confini sempre sullo sfondo della diaspora curda. Questo libro, fin dall’accurato apparato iconografico iniziale, è una disamina della identità curda trasnazionale, delle lotte – anche intestine – delle tante anime curde; tasselli incasellati nei rapporti internazionali e nel coinvolgimento geopolitico della società clanica.
Il volume si avvale delle competenze di esperti nelle specifiche aree e si chiude con un’analisi di Nicola Pedde, direttore dell’Institute for Global Studies, esperto di relazioni politiche iraniane, che collabora con “Huffington Post” e “Limes”.
Giovanni Caputo, studioso del “popolo che non c’è”, ha illustrato la situazione nelle aree curde in Siria fino all’occupazione turca di Afrin.
Kamal Chomani, giornalista freelance curdoiracheno, ha narrato con passione i rapporti interni alla sua comunità. Antonella De Biasi studia da molti anni la questione curda: oltre a occuparsi dell’ambito turco, ha approfondito anche la centralità della donna nell’evoluzione della società patriarcale curda.
I contributi sono solo apparentemente limitati dai confini coloniali, dipanando un’unica storia raccontata da diversi punti di vista, tutti riconducibili a una sola cultura declinata in tante lingue e divisioni.

Il fattore curdo
di Antonella De Biasi
La nazione che non c'è

In Turchia
di Antonella De Biasi
Sopra a tutto la nazione turca
L’ineguaglianza sarà sempre causa di rivolta
La strategia della “terra bruciata” e lo stato profondo
Pkk forza transnazionale

In Siria
di Giovanni Caputo
Oltre lo stato-nazione
Coinvolgimento progressivo dei curdi nel conflitto siriano
Liberazione di Raqqa. Arabi, assiri e curdi: un solo corpo combattente
Confederalismo democratico: da Bookchin a Öcalan
Rojava: uno sguardo d’insieme
Gli assiri cristiani e gli yazidi: le ultime minoranze del Medio Oriente

Le curde
di Antonella De Biasi
La nazione delle donne

In Iraq
di Kamal Chomani
Nascita di una nazione
Nazionalismo petrolifero e dubaizzazione
Stallo indipendentista alla fine dello stato-nazione

In Iran
di Nicola Pedde
Nazione o identità?

In futuro
di Nicola Pedde
Abitare la frontiera

Nota bibliografica ragionata

Antonella De Biasi è giornalista professionista freelance, di formazione sociologa della comunicazione. È stata redattrice del settimanale “La Rinascita” scrivendo di politica estera e società. Segue le “cose curde” dal 2004 e collabora con la testata online dell\'Anpi.