R&S
R&S
Login

Seguici sui nostri social

Eventi

Novità

Bibliothèques d’écrivains

Olivier Belin, Catherine Mayaux, Anne Verdure-Mary

Finanziarizzazione e disuguaglianze

AA.VV.

La leggenda nera di Jacques Lacan

Nathalie Jaudel

Aggiornamento sulla clinica

AA.VV.

STUDI FRANCESI 186

AA.VV.

trusting institutions

Jacopo Domenicucci

Social

Robert Spaemann
Cos'è il naturaleNatura, persona, agire morale
a cura di:
Ugo Perone

collana: Scuola di Alta Formazione Filosofica
anno di pubblicazione: 2012
cartaceo 168 pp

9788878851566 17,00 €
aggiungi al carrello (cod: 9788878851566)
pdf 2.8 MB

9788878852419 8,99 €
aggiungi al carrello (cod: 9788878852419)

Spaemann affronta una delle questioni cruciali del dibattito filosofico contemporaneo – il rapporto tra natura e persona – in una prospettiva inconsueta rispetto alla tradizione classica, che lo ha spesso concepito secondo uno schema oppositivo.
Egli considera infatti persona e natura in un intreccio unitario: la persona è certo coscienza che trascende i limiti di una natura fissa, ma essa si esprime sempre all’interno della naturalità che è propria dell’essere umano. Secondo l’autore è proprio dell’uomo avere una natura e non essere natura: per questa via si è in grado di superare ogni opposizione dualistica, riscoprendo l’unità fondamentale dell’uomo stesso.
Nel suo cammino Spaemann sostiene l’importanza di un ruolo “comprensivo” della filosofia anche per il nostro tempo, al fine di superare ogni specialismo e rimanere fedeli al dovere tipico della filosofia di mettere in discussione il proprio stesso statuto. Questa prospettiva non mancherà di coinvolgere studenti e appassionati di filosofia e teologia, offrendo spunti anche su temi scottanti del dibattito pubblico come quelli relativi a fine e inizio vita.

Premessa di Ugo Perone

1. I due interessi della ragione

2. Sulla preistoria del concetto di natura nel XVIII secolo

3. Naturale e innaturale sono concetti moralmente rilevanti?

4. Che cosa rende persone le persone?

5. Essere ed essere divenuto: che cosa spiega la teoria dell’evoluzione?

6. Natura e arte

Robert Spaemann (1927) è tra i più considerati teologi e filosofi tedeschi. I suoi studi riguardano soprattutto l’etica fondata sul cattolicesimo e hanno tra gli estimatori anche Benedetto XVI. È noto anche il suo impegno per l’ecologia, la bioetica e la difesa dei diritti umani.


Ugo Perone è un filosofo e uomo politico italiano. Laureatosi in Filosofia teoretica con L. Pareyson nel 1967, ha insegnato presso le università di Torino, Roma “Tor Vergata” e del Piemonte Orientale, dove dal 2005 è direttore del Dipartimento di Studi Umanistici. Dopo aver soggiornato a lungo in Germania (Monaco, Friburgo, Berlino), dal 2001 al 2003 ha diretto l’Istituto italiano di cultura a Berlino. Nel 2006 ha fondato la Scuola di Alta Formazione Filosofica (SdAFF) di cui è direttore. È presidente dell’Associazione Italiana per gli Studi di Filosofia e Teologia (AISFET) e membro del direttivo nazionale della Società Filosofica Italiana (SFI), nonché Senior Fellow del Collegium Budapest. Ha tenuto conferenze nelle principali università italiane e straniere e ha all’attivo numerose pubblicazioni su studi di carattere storiografico, tra queste si ricordano Schiller: la totalità interrotta (1982), Modernità e memoria (1987), Nonostante il soggetto (1995), Il presente possibile (2005), La verità del sentimento (2008). Tra i numerosi libri che ha curato si ricorda Filosofia dell’avvenire (2010).