R&S
R&S
Login

Seguici sui nostri social

Eventi

Novità

passione/passioni

AA.VV.

Varia

AA.VV.

cultural exclusion and frontier zones

Alexander Chertenko, Zhanna Nikolaeva, Sergey Troitskiy

STUDI FRANCESI 184

AA.VV.

Trans-migrazioni

Emanuela Abbatecola

Le possibilità del futuro

Nicolò Bellanca

Social

Roberto Repole
Dono
collana: Gemme
anno di pubblicazione: 2013
cartaceo 128 pp

9788878851832 9,50 €
aggiungi al carrello (cod: 9788878851832)
pdf 3.6 MB

9788878852037 4,99 €
aggiungi al carrello (cod: 9788878852037)
epub 186.7 KB

9788878852020 4,99 €
aggiungi al carrello (cod: 9788878852020)

I tempi che viviamo sono dominati dal mercato e dalle sue narrazioni: perfino nel linguaggio quotidiano è difficile sfuggire alle metafore economiche. Tuttavia la crisi che sperimentiamo rimette in discussione l'efficacia di questa egemonia culturale. Rifletteremo sul fatto che, nonostante uno scenario brutale, molte persone continuano a donare. Il dono è però solo in apparenza qualcosa di semplice: che cosa è dono? Qual è il suo rapporto con la giustizia? Chi può fare un dono? Chi può riceverlo?

Volume I
Perché dono?
Senza dono, che Natale è?
Per imparare l’arte di vivere
Quando ricevere è insopportabile
In dono venenum
Im-munizzarsi. Se l’altro fa paura
Non di solo mercato vive l’uomo
Logica del pareggio e umanità amputata
I mercati non sono un destino
C’è ancora la generosità di una volta
Un altro dono è possibile?
Dono genera dono
La logica della sproporzione
Libera reciprocità
Riconoscenza e riconoscimento
Dalla fraternità responsabile alla giustizia
La “sporgenza” del dono
All’origine è la grazia
L’offerta che non mortifica il merito
E se il cuore di tutto fosse Dono?
In consegna…
Per approfondire
Volume II
Questo libro che non è un libro
Roberto Repole (1967) è teologo ed insegna presso la facoltà teologica dell\'Italia Settentrionale. È presidente dell\'Associazione Teologica Italiana dal 2011 e nei suoi numerosi saggi si è dedicato al ripensamento della chiesa nell\'orizzonte della cultura odierna interrogando anche la filosofia contemporanea.