R&S
R&S
Login

Seguici sui nostri social

Eventi

Novità

Metamorfosi del politico

Giorgio Grossi

Quaderni di sociologia 81/2019

AA.VV.

Ardeth #05

Andrés Jaque

Adoviolenza

Paola Bolgiani, GRiM, Gruppo Ricerca Minori

Giocare con Winnicott

André Green

Smith Ricardo Marx Sraffa

Riccardo Bellofiore

Social

Riccardo Bellofiore
Smith Ricardo Marx SraffaIl lavoro nella riflessione economico-politica
collana: La critica sociale
anno di pubblicazione: 2020
cartaceo 398 pp

9788878858442 24,00 €
aggiungi al carrello (cod: 9788878858442)
pdf 2.1 MB

9788878858459 6,49 €
aggiungi al carrello (cod: 9788878858459)
epub 630.6 KB

9788878858602 6,49 €
aggiungi al carrello (cod: 9788878858602)

Il volume propone un percorso di lettura sull’economia politica classica, e su Marx, che si prolunga sino all’opera di Sraffa.
Un primo filo conduttore è dato da una visione della teoria del valore che non la riduce a determinazione individuale dei prezzi, ma ne sottolinea l’aspetto macrosociale: in Smith (lavoro comandato) come giustificazione del capitalismo, in Ricardo (lavoro contenuto) come base contraddittoria della teoria della distribuzione, in Marx (lavoro vivo in quanto lavoro astratto in movimento) come indagine sulla costituzione del capitale nel rapporto sociale di produzione.
Contrariamente alle interpretazioni più diffuse, le carte inedite di Sraffa, secondo l’autore, consentono di individuare una forte continuità dell’economista italiano con questo Marx.
Un secondo filo conduttore consiste nella riflessione circa il destino del lavoro nel capitalismo e oltre, che passa per la messa in questione dell’antropologia smithiana del lavoro sino alla liberazione dal lavoro intravista da Keynes, a cui si oppone la marxiana liberazione del lavoro. Ne emerge una visione apertamente contraria alla centralità totalitaria dell’economico, che nelle due appendici al volume si articola con la questione della natura e la questione di genere.
La trasformazione sociale è legata a doppio filo a un cambiamento strutturale della domanda come dell’offerta, e alla ripresa di un protagonismo conflittuale della classe lavoratrice a partire dai luoghi della produzione.

Premessa

1. A mo’ di Introduzione. Il lavoro nel capitalismo: tra teoria e storia

2. Migliorare la propria posizione. Adam Smith e la missione «civilizzatrice» del capitale

3. Cambiare la natura umana. Variazioni su un tema smithiano, da John Stuart Mill a

Keynes e oltre

4. David Ricardo oltre l’interpretazione sraffiana

5. Il capitale come Cosa, e la sua «costituzione». Sulla (dis)continuità Marx-Hegel

6. Karl Marx e il «rapporto di capitale». La teoria macromonetaria della produzione capitalistica

7. La solitudine del maratoneta. Sraffa, Marx e la critica della teoria economica

8. Invece di una conclusione. Keynes e le ambiguità della liberazione dal lavoro

Appendice 1
L’ecomarxismo di James O’Connor: centralità del lavoro e questione della natura

Appendice 2
«Continental Divide»: centralità del lavoro e questione di genere

Fonti

Indice dei nomi

Riccardo Bellofiore è nato nel 1953. Docente di Economia politica all’Università di Bergamo, i suoi interessi sono la teoria marxiana, l’approccio macromonetario in termini circuitisti e minskyani, la filosofia economica, e lo sviluppo e la crisi del capitalismo. Ha recentemente pubblicato Le avventure della socializzazione (Mimesis, 2018), e ha curato, con Giovanna Vertova, The Great Recession and the Contradictions of Contemporary Capitalism (Edward Elgar, 2014) e Ai confini della docenza. Per la critica dell’università (Accademia University Press, 2018); con Francesco Garibaldo e Mariana Mortágua, Euro al capolinea? (Rosenberg & Sellier, 2019).

Capitoli

Premessa

pdf 174 KB

SmithRicardoMarxSraffa_00-Prem GRATIS
aggiungi al carrello (cod: SmithRicardoMarxSraffa_00-Prem)