R&S
R&S
Login

Seguici sui nostri social

Eventi

Novità

Il trono di sabbia

Paolo Ceri, Alessandra Lorini

La costruzione del nemico

Petar Bojanić, Giuliano Torrengo, Samuele Iaquinto

empirical evidence and philosophy

Riccardo Bellofiore, Francesco Garibaldo, Mariana Mortágua

Euro al capolinea?

Nicola Pedde

1979 rivoluzione in Iran

Olivier Belin, Catherine Mayaux, Anne Verdure-Mary

Bibliothèques d’écrivains

Social

Filosofia dell'avvenire
a cura di:
Ugo Perone

collana: Scuola di Alta Formazione Filosofica
anno di pubblicazione: 2010
cartaceo 232 pp

9788878850873 23,00 €
aggiungi al carrello (cod: 9788878850873)

L’epocale mutamento di paradigmi che stiamo attraversando interroga la filosofia, inducendola a prospettare un tempo nuovo. Esso si rende tuttavia presente solamente con l’emergere di pensatori originali, capaci di attingere dalla tradizione e di innovarla profondamente allo stesso tempo. Dando la parola nel dibattito sulle due grandi questioni del soggetto e della modernità a giovani studiosi, la Scuola di Alta Formazione Filosofica diretta da Ugo Perone mostra di avere fiducia nella loro qualità e nel valore costruttivo del dialogo. Oltre le provenienze culturali e i differenti linguaggi, Filosofia dell’avvenire si propone come uno spazio di elaborazione per uscire da ogni scolastica e per arrivare a pensare ciò che è urgente per il nostro tempo in una apertura etico-politica del discorso. Il volume offre un prezioso spaccato sulla più recente filosofia italiana e lascia intravedere le direzioni di ricerca dei prossimi decenni.

Ugo Perone, Introduzione

Luca Scafoglio, Il progetto della modernità e la crisi della critica
Nicolò Seggiaro, Modernità, soggetto, singolarità
Roberto Franzini Tibaldeo, Limiti e legittimità della modernità in rapporto alla questione della libertà umana
Daria Dibitonto, «Scegliere se stessi»: del demonico e del demoniaco tra contingenza e destino
Emilio Carlo Corriero, Libertà e conflittualità: alle radici del liberalismo politico
Gianluigi Pasquale, Per una filosofia della storia nella tardomodernità
Riccardo Roni, Crisi della ragione e persistenza del soggetto nella modernità
Paolo Greco, Effetto doppio. Il problema della doppia natura del soggetto
Manuel Guidi, Il soggetto tra libertà e determinismo
Giambattista Formica, Naturalismo, riduzionismo, eliminativismo. Considerazioni metodologiche sul problema del soggetto
Ezio Gamba, L’autoesperienza dell’io
Elena Ficara, Due in uno. Che cosa è e che cosa fa l’io che pensa?
Filippo Di Stefano, L’autocoscienza fra vita e libertà
Stefania Scardicchio, Dal dato alla coscienza: i «qualia» come proprietà dell’esperienza
Andrea Altobrando, Teorie del soggetto e fenomenologia
Roberto Terzi, Genealogia dell’adonato? Prolegomeni a un’indagine fenomenologica del soggetto a partire da Marion
Sebastiano Galanti Grollo, Il soggetto e la fenomenalità dell’altro. A partire da Lévinas e Marion
Davide Sisto, Oscillazione e atopia: il rapporto tra soggetto e mondo nel romanticismo tedesco
Federico Ferraguto, Vergegenwärtigung. Sfida e limite per la filosofia trascendentale
Vinicio Busacchi, Paul Ricoeur: dall’azione al sé Claudio Belloni, Il fondamento ultimo e l’ultimo fondamento
Piero Burzio, Autopolemologia del paradosso
Gianpaolo Bartoli, Eros e nomos. Per una differenziazione fenomenologica del Terzo nell’amore e nel diritto
Claudio Corradetti, Dialettica discorsiva e atti linguistici. Una riformulazione
Giovanna D’Aniello, Autocoscienza e fondamento in Friedrich Schleiermacher
Ornella Crotti, Hannah Arendt e Ágnes Heller e la dimensione estetica del soggetto morale

Ugo Perone è un filosofo e uomo politico italiano. Laureatosi in Filosofia teoretica con L. Pareyson nel 1967, ha insegnato presso le università di Torino, Roma “Tor Vergata” e del Piemonte Orientale, dove dal 2005 è direttore del Dipartimento di Studi Umanistici. Dopo aver soggiornato a lungo in Germania (Monaco, Friburgo, Berlino), dal 2001 al 2003 ha diretto l’Istituto italiano di cultura a Berlino. Nel 2006 ha fondato la Scuola di Alta Formazione Filosofica (SdAFF) di cui è direttore. È presidente dell’Associazione Italiana per gli Studi di Filosofia e Teologia (AISFET) e membro del direttivo nazionale della Società Filosofica Italiana (SFI), nonché Senior Fellow del Collegium Budapest. Ha tenuto conferenze nelle principali università italiane e straniere e ha all’attivo numerose pubblicazioni su studi di carattere storiografico, tra queste si ricordano Schiller: la totalità interrotta (1982), Modernità e memoria (1987), Nonostante il soggetto (1995), Il presente possibile (2005), La verità del sentimento (2008). Tra i numerosi libri che ha curato si ricorda Filosofia dell’avvenire (2010).