R&S
R&S
Login

Seguici sui nostri social

Eventi

Novità

Philosophy and Literature

Carola Barbero, Micaela Latini

STUDI FRANCESI 187

AA.VV.

Ardeth #04

Carlo Olmo

L'essere e il genere

Clotilde Leguil

Raccontare l'omofobia in Italia

Luca Trappolin, Paolo Gusmeroli

Inadatti al futuro

Ingmar Persson, Julian Savulescu

Social

Hans Joas
Valori, società, religione
a cura di:
Ugo Perone

collana: Scuola di Alta Formazione Filosofica
anno di pubblicazione: 2014
cartaceo 160 pp

9788878852716 15,00 €
aggiungi al carrello (cod: 9788878852716)
pdf 807.4 KB

9788878852617 7,99 €
aggiungi al carrello (cod: 9788878852617)

L’autore offre uno sguardo multidisciplinare, attingendo contributi dalla filosofia –in particolare dal pragmatismo americano e dall’ermeneutica continentale contemporanea- e innestandoli su un matrice sociologica. Di particolare rilievo sono la sua teoria circa l’origine dei valori, il tema dei diritti umani, le riflessioni sul ruolo della religione nella società contemporanea e sul significato moderno della guerra.
Il volume è introdotto da un saggio di Ugo Perone, Direttore della Scuola di Alta Formazione filosofica.

Premessa di Ugo Perone

1. La creatività dell’agire
2. La nascita dei valori
3. La dignità dell’essere umano
4. Fede come opzione
5. Sacralizzazione e desacralizzazione. Potere politico e interpretazione religiosa

Hans Joas è un sociologo tedesco. Dopo numerosi incarichi internazionali, oggi insegna a Friburgo e a Chicago. I suoi lavori si soffermano sulla ricostruzione della tradizione nella pragmatica americana, coniugando attenzioni filosofiche e sociologiche.
Ha vinto prestigiosi premi internazionali ed è autore di numerosi scritti, per la maggior parte ancora inediti in italiano.


Ugo Perone è un filosofo e uomo politico italiano. Laureatosi in Filosofia teoretica con L. Pareyson nel 1967, ha insegnato presso le università di Torino, Roma “Tor Vergata” e del Piemonte Orientale, dove dal 2005 è direttore del Dipartimento di Studi Umanistici. Dopo aver soggiornato a lungo in Germania (Monaco, Friburgo, Berlino), dal 2001 al 2003 ha diretto l’Istituto italiano di cultura a Berlino. Nel 2006 ha fondato la Scuola di Alta Formazione Filosofica (SdAFF) di cui è direttore. È presidente dell’Associazione Italiana per gli Studi di Filosofia e Teologia (AISFET) e membro del direttivo nazionale della Società Filosofica Italiana (SFI), nonché Senior Fellow del Collegium Budapest. Ha tenuto conferenze nelle principali università italiane e straniere e ha all’attivo numerose pubblicazioni su studi di carattere storiografico, tra queste si ricordano Schiller: la totalità interrotta (1982), Modernità e memoria (1987), Nonostante il soggetto (1995), Il presente possibile (2005), La verità del sentimento (2008). Tra i numerosi libri che ha curato si ricorda Filosofia dell’avvenire (2010).