R&S
R&S
Login

Seguici sui nostri social

Eventi

Novità

STUDI FRANCESI 187

AA.VV.

Ardeth #04

Carlo Olmo

L'essere e il genere

Clotilde Leguil

Raccontare l'omofobia in Italia

Luca Trappolin, Paolo Gusmeroli

Inadatti al futuro

Ingmar Persson, Julian Savulescu

La parole de Montaigne

Jean Balsamo

Social

Pietro Barcellona
L'anima smarrita
collana: I saggi di Eranos
anno di pubblicazione: 2015
cartaceo 102 pp

9788878852969 10,00 €
aggiungi al carrello (cod: 9788878852969)
pdf 1.6 MB

9788878852822 5,99 €
aggiungi al carrello (cod: 9788878852822)

Quasi un testamento intellettuale, L’anima smarrita provoca il lettore su alcune delle grandi questioni con le quali siamo confrontati oggi. Che cosa ne è dell’anima all’epoca delle neuroscienze? Chi ha interesse a manipolare la vita? Quale narrazione è ancora capace di dare senso a ciò che siamo e facciamo? Ultima testimonianza scritta dall’autore, il saggio qui presentato mette in scena la verità di una vita che accoglie se stessa nel pensiero della vita. È la vita che accetta questa compromissione senza temere alcuna diminuzione di oggettività, poiché sa che la contrapposizione tra oggettività e soggettività è un artificio della scienza: utilissimo secondo certi scopi, ma ingenuissimo quando si tratta di capire chi siamo nella nostra relazione con il mondo, con gli altri e, soprattutto, con noi stessi.

Prefazione di Fabio Merlini

L’essere umano tra natura e nuove tecnologie
Coscienza, cultura, complessità
Tecnoscienze e manipolazione della vita
Narrazioni tra spazio e tempo
Narrazione e senso della vita
Saperi senza enigmi
L’anima smarrita
La strategia dell’anima
L’Io e il mondo
La vita che si sa

Note

Pietro Barcellona (1936-2013) ha insegnato Diritto privato e Filosofia del diritto nelle Università di Catania, Firenze e Roma ed è stato membro del Consiglio Superiore della Magistratura. Grande interprete delle trasformazioni della società, con i suoi saggi e i suoi interventi pubblici su quotidiani e riviste, ha denunciato negli ultimi decenni i rischi di una innovazione non sempre consapevole dell’insieme dei suoi effetti sulle vite delle persone.