R&S
R&S
Login

Seguici sui nostri social

Eventi

Novità

Il trono di sabbia

Giacomo Bottos, Francesco Rustichelli, Francesco Salesio Schiavi, Jacopo Scita, Gabriele Sirtori

La costruzione del nemico

Paolo Ceri, Alessandra Lorini

empirical evidence and philosophy

Petar Bojanić, Giuliano Torrengo, Samuele Iaquinto

Euro al capolinea?

Riccardo Bellofiore, Francesco Garibaldo, Mariana Mortágua

1979 rivoluzione in Iran

Nicola Pedde

Bibliothèques d’écrivains

Olivier Belin, Catherine Mayaux, Anne Verdure-Mary

Social

Massimo Donà
Dire l'animaSulla natura della conoscenza
collana: Phýsis. Collana di filosofia
anno di pubblicazione: 2016
cartaceo 96 pp

9788878854093 12,00 €
aggiungi al carrello (cod: 9788878854093)
pdf 1.3 MB

9788878854109 5,99 €
aggiungi al carrello (cod: 9788878854109)
epub 156.2 KB

9788878854574 5,99 €
aggiungi al carrello (cod: 9788878854574)

Oggetto di queste pagine è l’anima, ossia la condizione di possibilità di ogni conoscenza; quella che i greci chiamavano psyché e che I moderni avrebbero concepito più specificamente come luogo della coscienza, per quanto già a Freud questa coscienza mostrasse di essere tutt’altro che padrona del proprio campo d’azione.
Nel corrispondere al proposito di parlare dell’anima, e soprattutto di dirla iuxta propria principia, l’autore ripensa e ridetermina alla radice le grandi articolazioni che a questo oggetto d’indagine sarebbero state date in prima battuta da Aristotele e in seconda battuta da Kant.
E conseguentemente rovescia il senso per lo più attribuito alla “domanda filosofica”, mostrando come il thaûma da cui viene alimentato l’anelito conoscitivo non sia provocato tanto dal molteplice e dalla sua esistenza, quanto dal suo immediato palesarsi quale espressione dell’intrascendibile distinguersi dell’indistinto, perché quello che l’anima incontra, ogni volta che le capita di aver a che fare con il mondo (ovvero, ogni volta che si sa come anima), è in verità sempre il medesimo.

Premessa generale
Studio della natura ed essenzialità dell’individuo

1. Sui modi del conoscere

2. Scrittura aporetica della forma-mondo

Corollario
Di un equivoco kantiano

Massimo Donà è professore ordinario di Filosofia teoretica presso la Facoltà di Filosofia dell’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano.