R&S
R&S
Login

Seguici sui nostri social

Eventi

Novità

Bibliothèques d’écrivains

Olivier Belin, Catherine Mayaux, Anne Verdure-Mary

Finanziarizzazione e disuguaglianze

AA.VV.

La leggenda nera di Jacques Lacan

Nathalie Jaudel

Aggiornamento sulla clinica

AA.VV.

STUDI FRANCESI 186

AA.VV.

trusting institutions

Jacopo Domenicucci

Social

La filosofia nello spazio pubblico
a cura di:
Ugo Perone

collana: Scuola di Alta Formazione Filosofica
anno di pubblicazione: 2013
cartaceo 112 pp

9788878851948 11,00 €
aggiungi al carrello (cod: 9788878851948)
La questione del ruolo pubblico della filosofia è ritornata di attualità negli ultimi tempi. Uscita dal territorio riservato della filosofia politica, tale questione assume una rilevanza più fondamentale e diviene un modo per esplorare la vocazione stessa della filosofia, prima ancora che per ordinare la società. Questo libro è la sedimentazione scritta di un dibattito tra quattro affermati studiosi e quattro giovani ricercatori, svoltosi all'interno delle proposte di ricerca che periodicamente la Scuola di Alta Formazione Filosofica di Torino offre. Emerge forte e convergente la rivendicazione di un ruolo radicale, rigoroso e non semplicemente funzionale, della filosofia, pur nella varietà delle prospettive teoriche. È proprio il ricorso al tema dello spazio pubblico a fornire condizioni privilegiate per un ripensamento delle funzioni della filosofia. Abbandonata l´ipotesi che essa abbia il compito di una descrizione del mondo ideale, risulta però obsoleta anche l´ipotesi, opposta e complementare, che riduce il ruolo della filosofia a razionalizzazione sistematica dell'esistente. La filosofia che pensa il politico non si limita a descrivere i suoi meccanismi di funzionamento concreto quanto piuttosto immagina una sfera culturale in cui l´organizzazione della società possa riconoscersi. Pensa un progetto di convivenza e non si limita a registrare la convivenza che già c'è.
Ugo Perone, Premessa
Günter Abel, Filosofia e sfera pubblica
Benedetta Bisol, Spazio pubblico o spazio del pensiero?
Gerardo Cunico, Filosofia come orientamento, critica, comunicazione
Moira de Iaco, La filosofia: imprescindibile riflessione pubblica dai margini della società
Francesca Rigotti, Citazioni filosofiche sui treni e filosofia in prima serata TV: la piccola Svizzera e la grande filosofia
Fausto Fraisopi, Filosofia, Aufklärung e rigore
Enrico Guglielminetti, Densità. Sul ruolo pubblico della filosofia oggi
Giuseppina Prejanò, Filosofia e politica: necessità di un fondamento. Ricerca di una chiave di lettura filosofico-politica della dimensione umana

Ugo Perone è un filosofo e uomo politico italiano. Laureatosi in Filosofia teoretica con L. Pareyson nel 1967, ha insegnato presso le università di Torino, Roma “Tor Vergata” e del Piemonte Orientale, dove dal 2005 è direttore del Dipartimento di Studi Umanistici. Dopo aver soggiornato a lungo in Germania (Monaco, Friburgo, Berlino), dal 2001 al 2003 ha diretto l’Istituto italiano di cultura a Berlino. Nel 2006 ha fondato la Scuola di Alta Formazione Filosofica (SdAFF) di cui è direttore. È presidente dell’Associazione Italiana per gli Studi di Filosofia e Teologia (AISFET) e membro del direttivo nazionale della Società Filosofica Italiana (SFI), nonché Senior Fellow del Collegium Budapest. Ha tenuto conferenze nelle principali università italiane e straniere e ha all’attivo numerose pubblicazioni su studi di carattere storiografico, tra queste si ricordano Schiller: la totalità interrotta (1982), Modernità e memoria (1987), Nonostante il soggetto (1995), Il presente possibile (2005), La verità del sentimento (2008). Tra i numerosi libri che ha curato si ricorda Filosofia dell’avvenire (2010).