R&S

L'articolo è stato aggiunto al tuo carrello

12,00
aggiungi al carrello (cod: 9791259931184)
cartaceo, ISBN 9791259931184
4,99
aggiungi al carrello (cod: 9791259931191)
PDF 518.9 KB, ISBN 9791259931191
4,99
aggiungi al carrello (cod: 9791259931207)
EPUB 445.1 KB, ISBN 9791259931207
Maddalena Cannito, Eugenia Mercuri, Francesca Tomatis
Cancel culture e ideologia gender Fenomenologia di un dibattito pubblico
collana Questioni di genere. Sguardi interdisciplinari su linguaggi, pratiche, relazioni, corpi, rappresentazioni
anno di pubblicazione 2022
pp. 104
ISBN cartaceo 9791259931184
ISBN pdf 9791259931191
ISBN epub 9791259931207

Che cos’è davvero la cancel culture? Quali sono le origini di quest’espressione, ormai diffusissima, e quali le sue caratteristiche?
Dove e come è nata, e cosa è successo quando è arrivata in Italia?
Il volume prova a rispondere a queste domande, illustrando il modo in cui il tema della cancel culture è stato declinato nel dibattito pubblico italiano distinguendo tra pratiche, etichettamento e effetti politici. Attraverso un’analisi di post pubblicati sui social media dai principali quotidiani e attori politici italiani, il volume
mostra che la cancel culture è un “epifenomeno”, che esiste nella misura in cui viene narrato, attorno al quale, però, si gioca una partita per il diritto di parola (e di censura). Sebbene, infatti, in Italia la cancel culture sia un prodotto prettamente giornalistico, la sua narrazione, intersecandosi con il preesistente dibattito attorno alla cosiddetta “ideologia gender”, ha determinato inedite alleanze politiche e inattesi effetti di realtà, tra cui l’affossamento del disegno di legge Zan.


Maddalena Cannito è PhD in Mutamento Sociale e Politico, assegnista di ricerca presso l’Università di Trento, Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale.


Eugenia Mercuri, PhD in Sociologia e Metodologia della Ricerca Sociale, borsista di ricerca post-doc all’Università di Torino, Dipartimento di Culture, Politica e Società.


Francesca Tomatis, PhD in Sociologia Economica e Studi sul Lavoro, assegnista di ricerca all’Università di Torino, Dipartimento di Culture, Politica e Società.

Introduzione

1. Le origini della cancel culture
1.1. Come tutto iniziò da una battuta sessista
1.2. Come il Black Twitter ha “creato” la cancel culture
1.3. Dalla wokeness, al call-out, alla cancel culture
1.4. La rimozione delle statue: un caso particolare di cancel culture?
1.5. Politica, aziende e media: tutti pazzi per la cancel culture

2. È questione di gender: la cancel culture in Italia come fenomeno giornalistico tra pseudoeventi e censura
2.1. Ma la cancel culture esiste davvero?
2.2. Gli strumenti della cancel culture secondo il giornalismo italiano

3. L’uso politico della cancel culture in Italia: strane convergenze con l’ideologia del gender
3.1. A volte ritornano: ideologia gender e cancel culture
3.2. Censura e cancellazione: lo spettro dell’identità di genere e l’affossamento del ddl Zan

Conclusioni

Bibliografia

Instagram INSTAGRAM