R&S

L'articolo è stato aggiunto al tuo carrello

23,00
aggiungi al carrello (cod: 9791259930903)
cartaceo, ISBN 9791259930903
9,99
aggiungi al carrello (cod: 9791259930910)
PDF 1.3 MB, ISBN 9791259930910
9,99
aggiungi al carrello (cod: 9791259930927)
EPUB 1.1 MB, ISBN 9791259930927
Francesco Moiso
Goethe tra arte e scienza Lezioni dell'anno accademico 2000-2001
a cura di Beatrice Beccari, Matteo Vincenzo d'Alfonso

collana Phýsis. Collana di filosofia
anno di pubblicazione 2024
pp. 310
ISBN cartaceo 9791259930903
ISBN pdf 9791259930910
ISBN epub 9791259930927

“Arte e scienza hanno dei punti in comune? Se sì, come possono coesistere e consistere in unico colpo d’occhio? È solo la genialità personale di un uomo come Goethe che ha potuto riunirle, oppure esiste qualcosa di più profondo che sta alle radici di queste due attività o che consente di vagheggiare una lontana fonte da cui entrambe scaturiscono?” Sono queste le principali domande che guidano le ricchissime e illuminanti lezioni, che Francesco Moiso tenne all’Università di Milano nell’anno accademico 2000-01 e che qui riproponiamo in una nuova edizione.


Francesco Moiso (1944-2001) fu uno storico della Filosofia e della scienza che fornì contributi decisivi per la ricostruzione e l’ermeneutica del pensiero tedesco tra sette e ottocento. Specialista indiscusso del pensiero di Schelling, del quale offrì tra l’altro la più completa ricostruzione delle fonti scientifiche, è autore di importanti monografie su maimon e fichte, e molteplici contributi sul pensiero di Kant, Goethe, Achim Von Arnim, Nietzsche e Mach.

Prefazione di Emilio Corriero

La contemplazione e il culto della natura
Cenni biografici: il percorso formativo di Goethe
A Weimar presso Carlo Augusto

Avventure sensibili nel paese delle forme: il Viaggio in Italia
Winckelmann e il classicismo
Arrivo in Italia: il Brennero e il Lago di Garda
Dal Garda a Venezia: arte e natura dell’Italia settentrionale
Venezia
Verso Roma
Roma
Napoli
Verso Palermo
La Sicilia
Il classicismo di Goethe nell’interpretazione
di José Ortega y Gasset
La pianta originaria

Classificazione delle forme e flusso vitale
Wolff e la sua teoria epigenetica
La classificazione

La percezione del fenomeno originario e la sua descrizione
Il gioco dell’empiria
Considerazioni nel senso di un viandante (1829)
Le dimensioni del fenomeno originario e la completezza
Zur Morphologie (1823)

La metamorfosi delle piante (1790)
La costruzione del campo di esperienza
Commento alla Introduzione
Commento al Primo Capitolo
Commento ai §§. 19-38
Commento ai §§. 39-73
Commento ai §§. 74-123
Commento al Capitolo 12: “Sguardo retrospettivo e passaggio”
Commento ai Capitoli Quindicesimo e Sedicesimo

Elaborazioni successive e raccolte (1817-1822): il normale e il patologico
Il confronto con l’opera di Jäger
Il nichilismo e l’unità totipotente della pianta
Il giudizio intuente e il rapporto tra soggetto e oggetto
Regolare e irregolare: Goethe e l’Organografia vegetale di de Candolle

L’esperimento come mediatore tra oggetto e soggetto (1792-93): saggio di epistemologia goethiana
Il soggetto come momento strutturante della scienza
La scienza come comportamento
Pubblicità, intersoggettività e temporalità dell’impresa scientifica
Esperimento e giudizio
Matematica e retorica

Goethe e la zoologia
Cuvier e Vicq d’Azyr: il posto dell’uomo nella natura
Conclusioni filosofiche dalla zoologia: crisi dell’antropocentrismo
Il concetto di tipo

Goethe e la scienza come arte
di Federico Vercellone

Registro delle opere citate
Indice dei nomi
Indice delle opere d’arte

Instagram INSTAGRAM