R&S

L'articolo è stato aggiunto al tuo carrello

15,00
aggiungi al carrello (cod: 9788878858275)
cartaceo, ISBN 9788878858275
3,99
aggiungi al carrello (cod: 9788878858282)
PDF 874.8 KB, ISBN 9788878858282
3,99
aggiungi al carrello (cod: 9788878858299)
EPUB 392.1 KB, ISBN 9788878858299
Cristina Oddone
Uomini normali Maschilità e violenza nell'intimità
collana Questioni di genere. Sguardi interdisciplinari su linguaggi, pratiche, relazioni, corpi, rappresentazioni
anno di pubblicazione 2020
pp. 208
ISBN cartaceo 9788878858275
ISBN pdf 9788878858282
ISBN epub 9788878858299

Negli ultimi anni il femminicidio e la violenza contro le donne hanno ottenuto crescente visibilità, tuttavia restano inesplorati molti aspetti riguardanti gli autori di questi reati.
Chi sono gli uomini violenti? Quali sono le loro motivazioni? In che modo giustificano le aggressioni contro le donne che dicono di amare?
Attraverso l’analisi femminista e gli studi sulle maschilità, in questo volume viene trattata una specifica forma di gender-based violence, la violenza nelle relazioni di intimità.
L’attenzione è rivolta in modo particolare agli autori di violenza, grazie ai risultati di una ricerca etnografica svolta in un centro di ascolto per uomini maltrattanti: nel corso degli incontri collettivi gli aggressori descrivono la relazione con la partner e con le donne in generale, spiegano la propria violenza, ma soprattutto parlano di sé – come uomini, mariti e padri.
Il ricorso alle pratiche di prevaricazione emerge come parte di un gioco di controllo e potere che non si esaurisce nel rapporto con le donne, ma acquisisce valore anche nell’arena delle relazioni sociali tra maschi e tra diversi modelli di maschilità. E come altre forme di violenza, anche la intimate partner violence si rivela una strategia per “fare il genere”, e per “fare le maschilità”.


Cristina Oddone. Ricercatrice in Sociologia affiliata al Laboratorio Dyname dell’Università di Strasburgo, ha lavorato per la Violence against Women Division del Consiglio d’Europa, che monitora l’applicazione della Convenzione di Istanbul sulla violenza di genere e la violenza domestica.

Introduzione

parte prima INDAGARE LA VIOLENZA MASCHILE

1. Il fenomeno della violenza. Prospettive socio-antropologiche
1.1. La violenza come oggetto sociologico
1.2. Civilizzazione dell’aggressività
1.3. Violenza, potere, diritto
1.4. Relazioni di potere, stati di dominio, tecnologie di governo
1.5. Il continuum della violenza strutturale

2. Letture di genere. Ripensare la violenza maschile
2.1. Dal femminismo agli studi di genere
2.2. I men’s studies: indagare le maschilità
2.3. Guerra, violenza, virilità, nazione
45 2.4. Modernità e misoginia
47 2.5. Maschilità e violenza in una prospettiva di genere

3. Violenza contro le donne e violenza nell’intimita
3.1. Una questione pubblica sul piano nazionale e internazionale
3.2. La violenza maschile nelle relazioni d’intimità: paradossi, caratteristiche e definizioni
3.3. Oltre le vittime: il focus sui maltrattanti

parte seconda LA RICERCA

1. Etnografia di un centro per uomini maltrattanti
1.1. Il cam di Firenze
1.2. Lo sguardo antropologico
1.3. L’osservazione dei gruppi psicoeducativi
1.4. I focus group
1.5. Le interviste biografiche

2. Prendere atto: il limite oltrepassato

3. Posizioni iniziali: in trincea
3.1. Donne
3.2. Violenza
3.3. Maschilità

4. Scegliere di cambiare
4.1. Riconoscere gli effetti della violenza
4.2. Scoprirsi vulnerabili
4.3. La fatica del controllo di sé
4.4. La violenza immaginata
4.5. Eroi. Dal controllo alla prestazione. Maschilità non-violente in scena

Conclusioni

Postfazione. Dalle parole dei maltrattanti alla decostruzione del discorso mediale
di Elisa Giomi

Instagram INSTAGRAM